Provocatorio busto di Lenin alla Biennale di Vancouver 2010

La riproposta plastica di grandi figure storiche del comunismo è ormai il marchio di fabbrica dei fratelli Gao, specializzati soprattutto nella transessuale Miss Mao,
ovvero la Cina di oggi, qui presentata nel funambolico esercizio di far sopravvivere l'ideologia leninista, ovvero  il vecchio  regime comunista russo di cui è la transmutazione, quasi come nella mitologia greca Atena che nasce dalla testa di Zeus.


http://lh5.ggpht.com/_lrfEQYWbeEE/S7x7TNn46kI/AAAAAAAAGQo/s_ZjCUfBqzM/Lenin-Eggs-08.jpg  http://lh4.ggpht.com/_lrfEQYWbeEE/S7x7TbMOKII/AAAAAAAAGQs/MKvlwkgo8yk/Lenin-Eggs-07.jpg

Photos by Dan Fairchild

E' quindi una rappresentazione satirica ed una descrizione storica insieme, gli stessi autori dichiarano che non intendono assolutamente celebrare le personalità che rappresentano, tuttavia ha suscitato molte polemiche perchè a molti è sembrata apologetica.
 
Lenin's Head




Effettivamente questo Lenin ha un notevole fascino iconico, non è certo
"La Mummia". La risposta è rintracciabile in questa citazione:"Miss Mao is still tying to keep balance in the communist nightmare ", Lenin come Nightmare, il fascino del male.

Bisogna riflettere per leggere un'opera d'arte; se la mia lettura, come penso, è corretta, nasce da un progetto ponderato e razionale, chiaramente rappresenta il punto di vista degli autori, ma non è nè un libello nè una provocazione.


Miss Mao on Lenin's head


Related links:
Vancouver Biennale
Official Vancouver Biennale flickr site
The Gao Brothers


Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...